STOCCARDA-HOTEL.IT

Bandiera dell'Unione Europea

 

INFO GENERALI

 

DOVE DORMIRE

 

COSA VEDERE

 

LE REGIONI

 

NOLEGGIO AUTO


 

 

Paesaggio del Portogallo

Cucina tipica del Portogallo

 

Quando si parla di cucina portoghese si parla, inevitabilmente, di baccalà (bacalhau). Ma questo gustoso piatto non rappresenta l’intera gastronomia lusitana.


La tradizione culinaria portoghese è estremamente varia e non è rimasta certo immune da secoli di colonizzazioni ed imperialismo. I portoghesi furono tra i primi ad importare il pepe, lo zenzero, la paprika ed altre spezie e prodotti esotici come il caffè;, le arachidi, l'ananas, i pomodori e le patate.

 



 

Il nord del Paese è il più creativo ai fornelli: qui, infatti, sono nate un’incredibile varietà di gustose e saporite zuppe.

Le zuppe sono, generalmente, le protagoniste indiscusse delle cene portoghesi. Ma non pensate che sia “sempre la solita zuppa”: rimarrete stupiti dalle varietà e dall’incredibile gamma di sapori.

La regina delle zuppe è la Sopa Caldo Verde (una minestra saporita preparata con patate, cavolo tagliato a pezzetti – che dà il particolare colorito -, olio d’oliva: di solito è servita con pane rustico e salsiccia di maiale affumicata). Da provare vi sono poi: la Sopa de mariscose (una vellutata ai frutti di mare), la Sopa de Galinha (che a grandi linee equivale al nostro brodo di gallina con riso, uova e interiora), e la Sopa de Pedra (tipica del Portogallo centrale; assomiglia al nostro minestrone, ma oltre alle verdure vengono aggiunti pezzi di carne di maiale e manzo, bacon, salsiccia di maiale e fagioli). Specialità della regione dell'Alentejo, nella parte meridionale del Portogallo, è la Açorda: una zuppa che sorprende per la sua semplicità e per il suo gusto. È preparata con acqua calda (utilizzata in precedenza per far bollire il baccal&eagrave;), olio d’oliva, pane raffermo, olive, aglio, sale e prezzemolo.

 

Il baccalà (merluzzo in salamoia) è il piatto di pesce per eccellenza. Viene servito in mille modi diversi. Si va dalla ricetta più semplice (che prevede solo un po’ d’olio di oliva come condimento) a quella più elaborata: bollito, arrosto, alla brace, con le patate o sotto forma di zuppa: avrete solo l’imbarazzo della scelta! tra i tanti piatti a base di questo pesce dal sapore deciso si ricordano: Bacalhau à Braz (condito con prezzemolo e salsa alla cipolla e servito con patatine fritte e uova), Bacalhau com Natas (preparato con besciamella e patate, viene fritto e poi infornato), il Pastéis de bacalhau (le tipiche tortine di baccalà: fredde sono perfette per uno snack), il Brandade di baccalà (prima ammollato per due giorni e poi cotto con latte e panna) e il Bacalhau à Gomez de Sá (tipico della zona di Oporto, è baccalà con patate, cipolle, uova e olive).


Ma se preferite un sapore più “soft” e tradizionale, non preoccupatevi. Il pescato Atlantico è variegato e ricco e riesce a dar vita a prelibati piatti come l’Açorda de Marisco (crostacei e arselle accompagnati da una densa e golosa zuppa di pane, olio, prezzemolo, coriandolo e aglio), l’ Arroz de marisco (una variante della precedente preparata con crostacei, riso bollito cipolle, pomodori, pepe e coriandolo), l’Arroz de Polvo (riso accompagnato da polpo cucinato nel sugo di pomodoro e cipolle), l’Arroz de Polvo com Vinho Tinto (riso e polpo cucinato con vino rosso), la Caldeirada (ottima zuppa pesce con patate: uno dei simboli della tradizione culinaria portoghese) e le Sardinhas Assadas (sardine arrosto o grigliate servite con del pane grigliato o con patate bollite).

 



 

Spostandoci verso l’interno del paese a farla da padrona è la carne (soprattutto di maiale). Tra le ricette più famose, e gustose, si segnalano: la Carne de porco à Alentejana (accompagnata da erbette varie), il Leitào à Bairrada (il maialino arrostito tipico della regione vitivinicola della Bairrada), e il Cozido à Portuguesa (uno stufato di carne affumicata; salsiccia, costolette di maiale, prosciutto accompagnato da carote, patate e cavolo bolliti). Meritano, infine, di essere scoperti la Cabidela (pollo con riso cucinato in maniera molto originale: per chi ama i sapori forti), e l’Ensopado de Borrego (stufato di agnello con cipolle, aglio, coriandolo, accompagnato da croccante pane abbrustolito).

 

La tradizione casearia portoghese è molto forte. Nell’area centro-settentrionale del paese troverete soprattutto formaggi preparati con latte di capra (Rabaçal, il Serra, il Saloio e il Azeitào). Più a sud, invece, viene generalmente utilizzato il latte di pecora (tra i tanti, ricordiamo il Nisa e il Évora).

 

 

Dulcis in fondo, i prodotti da forno: i più golosi non sapranno resistere ai Pastéis de Nata (deliziose tartine alla crema) al Queijadas de Sintra (tipiche di Sintra, sono tartine al formaggio e cannella), al Pastel de Feijào (un dolce a base di mandorle), al Toucinho do Céu (dolce a base di mandorle e cannella), al Bolo Podre (un dolce speziato al miele), alle Doces de amêndoa (dolcetti di marzapane e mandorla), all’Arroz doce (budino di riso aromatizzato al limone e alla vaniglia) e al Budim Abade de Priscos (budino a base di Porto, spezie e limone).

 

Per quanto riguarda i vini, il Portogallo, vanta una grandiosa tradizione vitivinicola per via del suo meraviglioso clima ed è famoso nel mondo per il suo vino liquoroso: il Porto. Questo vino è prodotto esclusivamente da uve provenienti dalla regione del Douro, nel nord del Paese, a circa 100 chilometri a est dall’omonima città. Una delle peculiarità del Porto è la sua fermentazione incompleta, in quanto fermata (mutizzata) ad uno stadio iniziale mediante l'aggiunta di alcol vinico. Esistono diverse varietà di Porto: bianco, ruby, tawny…

 

I lusitani adorano mangiare e bere bene, senza fretta; dunque pranzi (tra le 12 e le 14.30) e cene (tra le 19.30 e le 22.30) sono le occasioni perfette per riunire parenti ed amici.

 

 

 

 

 

 

Condividi

 

La costiera del Portogallo

 

Portogallo-Turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 

 




STORIA E GEOGRAFIAUn po' di cultura

LINK UTILIPer non perdersi

LUOGHI DA VISITAREPer non perdersi il meglio

PORTOGALLOCosa c'è da sapere